Nei santuari, specialmente in quelli mariani, si esprime la semplicità e la profondità di una  genuina spiritualità della fede e della pietà popolare che accomuna milioni di persone che, insieme, in pellegrinaggio camminano incontro al Signore accompagnati da Maria.

Papa Francesco nel documento “SANCTUARIUM IN ECCLESIA” dice: “Il Santuario possiede nella Chiesa una GRANDE VALENZA SIMBOLICA. Farsi pellegrini è una genuina professione di fede. Attraverso la contemplazione dell’immagine sacra infatti si attesta la speranza di sentire più forte la vicinanza di Dio….”

87 anni fa per volere del Card. Ildefonso Schuster, il nostro Santuario fu scelto fra i molti della diocesi di Milano per celebrare l’Anno della redenzione. Nella notte tra il 26 ed il 27 aprile del 1935 migliaia di persone parteciparono a quella celebrazione solenne e furono distribuite più di 2000 comunioni.

Oggi come allora vogliamo ripetere questa iniziativa particolare che mette in risalto il grande valore simbolico dei Santuari, luoghi di preghiera, nel tessuto sociale, culturale e spirituale del popolo di Dio. 

Un’occasione straordinaria di preghiera e di ritorno a Dio che viene proposta non solo alle due Parrocchie della nostra Comunità Pastorale e a quelle del nostro Decanato, ma a tutti i fedeli e pellegrini della vasta zona della Bassa comasca ed oltre che già assiduamente frequentano il nostro Santuario.


Il programma prevede:

ore 21.30       Ritrovo all’inizio del viale delle Cappelle, accensione della lampada e Via Crucis

ore 22.15       Il Santuario della Beata Vergine di San Lorenzo: origini, storia, arte e fede nel 525° anno di fondazione

ore 22.30       Adorazione Eucaristica e Confessioni

ore 23.30       Santo Rosario

ore 24.00       Santa Messa Festiva

 

LA FEDE, L’AMORE E LA SPERANZA CAMMINANO NELLA NOTTE

Notte aperta a tutte le associazioni e parrocchie di Lombardia.



© 2016 Associazione Amici del Santuario, Guanzate. Tutti i diritti sono riservati.
Disclaimer: Tutte le immagini e i contenuti sono di proprietà (C) dei rispettivi autori.