"Stabat Mater" di Luigi Boccherini, soprano Olga Angelillo, dirige Carlo Lazzaroni.

 

Stabat Mater ("Stava la madre") è una preghiera - più precisamente una sequenza - del XIII secolo attribuita a Jacopone da Todi.

2019_Accademia_dell_Annunciata.jpg - 46.23 kb

La prima parte della preghiera, che inizia con le

parole Stabat Mater dolorosa ("La Madre addolorata stava") è una meditazione sulle sofferenze di Maria, madre di Gesù, durante la crocifissione e la Passione di Cristo.
La seconda parte della preghiera, che inizia

con le parole Eia, mater, fons amóris ("Oh, Madre,

fonte d'amore") è una invocazione in cui l'orante

chiede a Maria di farlo partecipe del dolore provato

da Maria stessa e da Gesù durante la crocifissione e la Passione.


Nel corso dei secoli essa si è affermata come

preghiera molto popolare perché accompagnava il

rito della Via Crucis e la processione del Venerdì

Santo, e come canto amatissimo dai fedeli, non meno che da intere generazioni di musicisti colti, da Scarlatti a Vivaldi, da Rossini a Pergolesi

L’Accademia dell’Annunciata è un’orchestra barocca, in residenza, nata nel 2009 ad Abbiategrasso (MI) nella cornice leonardesca del complesso monumentale omonimo.
Attraverso molteplici esperienze ha sviluppato una propria identità che coniuga la specializzazione nell’ambito
del repertorio barocco e preclassico (su strumenti originali) con il coinvolgimento di giovani musicisti affiancati da colleghi di consolidata esperienza (quali Carlo Lazzaroni e Marcello Scandelli), con l’obbiettivo di vivere un percorso professionale e formativo attualmente unico in Italia. Nel corso degli anni, sotto la direzione di
Riccardo Doni, l’Accademia dell’Annunciata ha affrontato un repertorio che abbraccia un ampio arco
temporale e stilistico, dal barocco di Bach, Haendel e Vivaldi fino al classicismo di Mozart e del primoBeethoven, con particolare attenzione per autori raramente inclusi nei programmi di concerto.

 

 

……………………………………………………

 Il Concerto è un momento dei festeggiamenti per il bicentenario del viale della Cappelle della Via Crucis (1819 – 2019).


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                    



© 2016 Associazione Amici del Santuario, Guanzate. Tutti i diritti sono riservati.
Disclaimer: Tutte le immagini e i contenuti sono di proprietà (C) dei rispettivi autori.